Martedì, Agosto 22, 2017

per intraprendere il viaggio....

La curiosità

La curiosità di scoprire un territorio e tanti paesaggi, di ascoltare storie conosciute e dimenticate, di confrontarsi con identità ed esperienze, di gustare sapori e profumi, e di godere della compagnia, del tempo lento, delle chiacchiere, della libertà di un viaggio in bicicletta.


La bicicletta

La bicicletta ideale è quella da cicloturismo, detta anche bici da trekking. È importante che abbia un telaio leggero e ottimi cambi, portapacchi e borse da viaggio. Vanno bene, ovviamente anche le più specialistiche mountain bike, sono invece sconsigliate le bici da corsa/da strada, perché nel percorso c’è qualche tratto sterrato.

Controllo e manutenzione della bicicletta

Prima di ogni tour la bicicletta deve essere controllata da un esperto meccanico ed essere in ottimo stato. Attenzione particolare va data allo stato dei freni e dei copertoni; ma va anche registrata la tensione dei raggi e la scorrevolezza dei movimenti. Un mezzo inadeguato dà problemi a sé e/o al gruppo e rovina la vacanza. Si consigliano copertoni di ottima qualità  per evitare, il più possibile, forature.

Abbigliamento

Non è richiesto nessun abbigliamento particolare, ma consigliamo l’uso di capi tecnici studiati appositamente per dare il massimo confort. Poiché il tour in genere prosegue con qualsiasi tempo è importante essere provvisti di idoneo vestiario, anche per la pioggia. Consigliamo vivamente l’utilizzo del casco, in gruppo è più che mai utile.

Preparazione fisica

Valutate attentamente le vostre capacità in relazione alla difficoltà del tour proposto. In ogni caso tenete presente che una forte motivazione dà l’impulso necessario per un buon allenamento, indispensabile per godere del viaggio. Ricordiamoci che anche un itinerario facile, affrontato con condizioni meteo avverse – controvento o sotto la pioggia – può avere tutt’altra prospettiva.

News

segnavia

Nel tratto italiano dell'itinerario "le strade dei valdesi" è possibile vedere il segnavia lungo il percorso. Da Vigone in direzione Piossasco e poi Avigliana per poi risalire la val Susa fino a Novalesa. Per buona parte del percorso l'itinerario segue piste ciclabili e l'itinerario della via francigena (in val Susa). Al momento la segnalazione del percorso non è completa per cui non dappertutto sono presenti gli adesivi segnavia; tale lacuna verrà colmata a breve. E' peraltro in progetto l'installazione di pannelli formato 50x70cm nei principali luoghi toccati dall'itinerario.

#‎huguenotswaldensiantrail‬

Usate l'hashtag ‪#‎huguenotswaldensiantrail‬ per condividere le vostre esperienze sull'itinerario "Le strade degli ugonotti e dei valdesi". Dal 10 giugno al 1 settembre mandate una foto del vostro viaggio e provate a vincere... Tutte le informazioni su http://culture-routes.net/…/routeselfie-find-your-route-win…

#RouteSelfie